13 Aprile 2024
Il fatto

A Riesi progetto contro il caporalato

Riesi
(foto tratta da www.comune.riesi.cl.it)
Il 3 giugno del 2020, il bracciante di nazionalità pakistana Adnan Siddique veniva brutalmente assassinato per aver avuto il coraggio di denunziare un’organizzazione finalizzata al caporalato. Da allora, in Sicilia si sono fatti passi avanti per attenzionare e combattere questo fenomeno. A Riesi è stato presentato, in questi giorni, il progetto AICOS per prevenire e contrastare lo sfruttamento dei lavoratori stranieri, finanziato da Fondazione con il Sud, capofila la cooperativa Albatros 1973.
Si tratta di un intervento da strutturare attraverso azioni concrete messe in atto da Comune di Riesi, Cooperativa Sociale Etnos e CIRS, ente accreditato presso la Regione Siciliana nella formazione professionale. Due le azioni principali del progetto: l’Unità di Strada per avvicinare i lavoratori ed entrare in relazione con loro e lo Sportello di Accoglienza e Ascolto, per ascoltarne le istanze e i bisogni. Lo Sportello avrà sede presso il Comune.
Un progetto importante in un centro agricolo come Riesi, per assicurare dignità e diritti a tutti i lavoratori.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *