Celebrata la Festa dell’albero anche a Caltanissetta

Festa dell’albero: foto di gruppo.

«Per fare l’albero ci vuole il seme» diceva quella bella canzone del 1974 che ci ha insegnato ad amare l’ambiente, con parole di Gianni Rodari e musica di Sergio Endrigo e Luis Bacalov. Perché gli alberi sono importanti per il nostro ecosistema, soprattutto in un periodo come quello che stiamo attraversando.

Proprio per celebrare la natura, anche quest’anno Legambiente ha organizzato, a Caltanissetta come nel resto d’Italia, la Festa dell’albero che si è svolta il 21 novembre. Il senso profondo di questo giorno: un piccolo gesto d’amore verso l’ambiente contribuisce a migliorare l’equilibrio ambientale.

Questi i protagonisti della Festa, a Caltanissetta: il Circolo locale di Legambiente (presieduto da Ivo Cigna), l’associazione “Il Seme di Chico”, la scuola media “Pietro Leone” con allievi ed insegnanti e i volontari delle associazioni ambientaliste della provincia.

Quest’anno Legambiente Caltanissetta ha investito parte dei soldi raccolti in questi anni nell’acquisto di due piante arboree, la Ulmus pumilia (alt. 4 mt., circonferenza tronco 9 cm, euro 65,00) e la Celtis australis (alt. 4 mt., circonferenza tronco 16 cm, euro 85,00). La Ulmus pumilia è stata piantata, in collaborazione con l’associazione “Il Seme di Chico”, al Parco “Achille Carusi” di San Cataldo.

La Celtis australis è stata invece messa a dimora a Caltanissetta, in uno spazio di via Bissolati, previa buca fatta predisporre dall’assessore comunale all’Ambiente Marcello Frangiamone e dall’ istruttore tecnico dell’Ufficio Verde del Comune di Caltanissetta, Marco Petrotto. In quest’ultimo caso la piantumazione è stata realizzata da Grazia Amorelli, giovane studentessa della scuola “Pietro Leone”.

All’evento hanno partecipato anche il naturalista Amedeo Falci, il responsabile WWF Sicilia centrale Ennio Bonfanti, Grazia Maria Cigna, Giuseppe Salvatore, Valeria Tumminelli, Marco Albano, Marco Lunetta e Cristian Cavallaro di Legambiente Caltanissetta, il responsabile dell’Associazione “Straula – Il Seme di Chico Romeo Bonsignore, il responsabile dell’azienda “Ecofutura società cooperativa” Nuccio Lipani, la referente all’ambiente della scuola media “Pietro Leone”, Graziella Richiusa, e la collega, Merita Riccobene.

Associazioni, istituzioni e scuole hanno contribuito insieme ad un piccolo gesto per la salute della collettività, per un mondo diverso e per un ambiente più sano e vivibile. Tutto questo, nel rispetto delle norme anti-covid.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *