Intitolare strade ed edifici pubblici alle donne: il Comune disponibile alle richieste di Onde

Foto tratta da Facebook

Ha registrato un bilancio positivo l’incontro che si è svolto venerdì scorso sulla piattaforma meet tra Onde donneinmovimento e gli assessori comunali Natale e Frangiamone. Lo ha reso noto la responsabile del progetto Toponomastica di Onde Lidia Trobia, con un comunicato stampa pervenuto in redazione.

«Sono state accolte tutte le proposte» – ha dichiarato Lidia Trobia – «e si sono individuate le scansioni temporali necessarie per dare una conclusione positiva alle richieste che l’Associazione fece all’amministrazione già nel 2019».

L’associazione ha chiesto che l’intitolazione della via cittadina alla nissena che aiutava gli ebrei Giuseppina Panzica, iniziativa già da tempo in cantiere, si svolga il prossimo 25 aprile, anniversario della liberazione dal nazifascismo. Una richiesta resa possibile dal fatto che l’iter burocratico per l’intitolazione parrebbe a buon punto, visto che gli assessori hanno comunicato all’associazione che la giunta ha deliberato la ridenominazione della via proprio in questi giorni.

Ma le richieste di Onde non finiscono qui e riguardano altre donne che, a Caltanissetta, si sono spese per la collettività. L’associazione chiede infatti che l’asilo nido comunale di Santa Barbara venga intitolato a Maria Giunetti intorno al Primo Maggio, perchè la festa dei lavoratori è stata tradizionalmente celebrata dal comitato di quartiere presieduto, negli anni Settanta, dalla stessa Giunetti.

Sull’intitolazione a Rita Borsellino e Felicia Impastato dell’elementare e della media ubicate a Santa Barbara, richiesta dall’istituto Vittorio Veneto su sollecitazione di Onde, «l’assessora Natale si è impegnata a concludere sollecitamente quanto di competenza comunale, così come previsto dalla normativa». Nell’ambito del convegno “Pari e dispari-la rappresentanza non è neutra” che si è svolto l’8 marzo, l’associazione ha inoltre sollecitato le intitolazioni ad Elvira Sanfilippo Traina e Nuccia Grosso ed entrambi gli assessori hanno assicurato che si muoveranno rapidamente. Altra richiesta su cui Onde ha ricevuto l’assicurazione di un iter sollecito è quella di ricordare Rosalie Montmasson, unica donna della spedizione dei Mille, che si è particolarmente distinta nella battaglia di Calatafimi del 15 maggio 1860. L’associazione chiede al Comune di apporre una targa in piazza Calatafimi, possibilmente nell’anniversario di quella data.

Intitolare strade ed edifici pubblici alle donne che hanno avuto particolari meriti consente di riconoscere il contributo femminile nella storia della città.

 

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *