19 Giugno 2024
Citta' visibili

Oggi pomeriggio, nuovo appuntamento del Presidio donne per la pace

(Foto tratta dal web)

Se le condizioni metereologiche lo permetteranno, oggi pomeriggio (mercoledì 24 aprile) dalle 17.30 alle 19.00 in piazza Garibaldi, si terrà un nuovo appuntamento del Presidio donne per la pace di Caltanissetta. Questa volta, l’iniziativa promossa da Governo di Lei e Onde donneinmovimento ha ricevuto le adesioni di FIDAPA Caltanissetta; ANPI Comitato provinciale Caltanissetta; MO.VI. Federazione provinciale Caltanissetta; Aps Figl* delle stelle lgbtqia+ Caltanissetta; CGIL Caltanissetta e Federazione lavoratori della conoscenza CGIL.

In un comunicato stampa congiunto delle associazioni Governo di Lei e Onde donneinmovimento si legge: «Per uno strano caso il giorno 24 è vigilia di due importanti ricorrenze, una religiosa il Natale, una civile la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. In questa vigilia alzare la voce e la bandiera della pace significa non arrendersi alla guerra, non arrendersi all’orrore e alle stragi; non permettere alla vendetta di chiamarsi giustizia e all’odio diritto. Questo 24 aprile sia vigilia di speranza e attesa di eventi che finalmente pongano fine alle guerre, attesa e speranza “disarmate” ma non per questo meno potenti. Virginia Woolf che afferma: “Io in quanto donna non ho patria. In quanto donna, la mia patria è il mondo intero” è la voce che il Presidio donne per la pace vuole fare risuonare il 24 aprile prossimo a Caltanissetta in Piazza Garibaldi e queste le parole che le nostre voci, unite alla sua, grideranno: “…il modo migliore per aiutarvi a prevenire la guerra non è di ripetere le vostre parole e seguire i vostri metodi, ma di trovare nuove parole e inventare nuovi metodi…”. Non c’è più tempo a Gaza, non c’è più tempo in Ucraina; non c’è altro modo che deporre la armi, chiunque le imbracci».

Il Presidio di donne per la pace è un’iniziativa che si svolge in contemporanea a Caltanissetta e a Palermo.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *