16 Luglio 2024
Buona idea

SI Caltanissetta suggerisce un cambio di passo alla nuova giunta Tesauro

(Foto tratta dal web)

Nell’atmosfera rovente dell’estate, con un comunicato stampa alle redazioni locali, Sinistra Italiana Caltanissetta suggerisce un cambio di passo alla nuova giunta Tesauro. Questo, anche in vista della prima riunione del consiglio comunale che si terrà a Palazzo del Carmine, mercoledì 10 luglio alle 18.00 e degli incontri seguenti per formare la giunta.
< Sul profilo amministrativo> si legge nel comunicato in questione <la città sta subendo un inaccettabile ritardo nella messa a punto di soluzioni politiche alle crisi che stanno connotando in negativo la qualità della vita degli abitanti.
L’attendismo della nuova amministrazione di centrodestra, in cerca di suggerimenti per la costituzione della giunta, continua ad alimentare, oltreché all’ampliamento dei divari territoriali, un generale senso di sfiducia dei cittadini verso le istituzioni politiche, incapaci di sottrarsi alle logiche spartitorie, minando, perciò, alla credibilità stessa della politica, se quest’ultima ancora abbia il compito di organizzare piuttosto una coscienza collettiva in grado di incidere sui temi prioritari della giustizia sociale e ambientale.
Sul profilo della vivibilità del territorio, la crisi idrica rappresenta, invece, un inquietante esempio della poca dimestichezza della destra di andare al fondo delle questioni di interesse pubblico, perché siano elaborate politiche risolutive e non emergenziali>.
Il cambio di passo proposto dal circolo nisseno di SI riguarda innanzitutto l’approvazione, da parte della nuova amministrazione, di una mozione contraria alla legge sull’autonomia regionale differenziata. Ma SI spende parole anche nei confronti dell’opposizione, in vista dell’assemblea pubblica fissata dal Partito Democratico per le 19.00 di giovedì 11 luglio al CEA di Legambiente. SI fa sapere che non pone limiti alla creazione di un’opposizione di sinistra che abbia requisiti ben precisi: antifascismo; anticapitalismo; giustizia sociale e ambientale e orizzontalità nella definizione di un indirizzo politico comune. Il circolo nisseno di SI propone quindi di presentare in Consiglio Comunale con urgenza un ordine del giorno sull’istituzione del Garante comunale delle persone private della libertà personale e una mozione contraria all’autonomia regionale differenziata, insieme alla raccolta delle firme per il referendum abrogativo della stessa.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *