Giuseppina Panzica, la nissena che aiutava gli ebrei. Un’iniziativa di Onde per il Giorno della Memoria

La locandina dell’evento

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviato dall’associazione Onde donneinmovimento, sull’evento online organizzato in occasione della Giornata della Memoria. L’associazione che ormai da anni si batte per le pari opportunità nella nostra provincia ha organizzato l’evento con l’assessorato alla Cultura del Comune di Caltanissetta. L’incontro virtuale intitolato “Giuseppina Panzica la nissena che aiutava gli ebrei” si svolgerà domani, giovedì 28 gennaio, alle 17.00, proprio nella pagina Facebook dell’assessorato alla Cultura. Numerosi gli interventi previsti, come si evince dalla locandina dell’iniziativa. Le motivazioni alla base dell’incontro sono contenute nel comunicato:

«La Giornata della Memoria assume un duplice significato. Il primo è che contrariamente a quanto si è pensato per decenni, la Resistenza, in tutte le sue forme, interessò anche i siciliani. Oltre ai più famosi, uno per tutti il Comandante Barbato, al secolo Pompeo Colajanni, furono tanti i siciliani e le siciliane che in un modo o nell’altro aiutarono la Resistenza. Alcuni si trovarono al Nord perché emigrati in cerca di una vita migliore ed è questo il caso di Giuseppina Panzica, emigrata al Nord da Caltanissetta, che dopo l’8 settembre 1943 collaborò con il finanziere Gavino Tolis nel salvataggio di numerosi ebrei e perseguitati politici aiutandoli a fuggire in Svizzera. Grazie al suo coraggio, Giuseppina Panzica, riuscì a far passare oltre frontiera notizie, corrispondenze ed ordini riservati, destinati alle brigate partigiane operanti nel comasco. Fu per questo arrestata nel 1944 e deportata presso il campo di concentramento di Ravensbruck in Germania, dove rimase fino alla liberazione.

L’altro significato è che col lavoro di recupero della Memoria di donne che si sono distinte in tutti i campi della vita politica e sociale, Onde donneinmovimento intende dare visibilità alle loro figure, nella convinzione che possano servire da esempio e da stimolo per le giovani generazioni. Per questi motivi, Onde donneinmovimento ha chiesto all’Amministrazione Comunale di Caltanissetta che venga intitolata a Giuseppina Panzica la via dove nacque e che a lato del portone dell’edificio dove abitò, venga apposta una targa con le motivazioni della medaglia al valor civile conferitale dal Presidente della Repubblica, nel marzo del 2018».

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *