Il Movimento PiùCittà sul Regolamento della partecipazione

Foto tratta da internet

Il Regolamento della Partecipazione sarà l’argomento “caldo” dell’estate 2021? Quel che è certo è che si tratta di una questione di primaria importanza sul quale la politica e le associazioni cittadine hanno molto da dire. In proposito, riceviamo e pubblichiamo la nota di Marina Castiglione, del Movimento piùCittà:

«Il Movimento piùCittà osserva con attenzione ciò che sta accadendo relativamente al Regolamento della partecipazione e ai passaggi amministrativi seguiti nel tentativo di applicarlo. Un percorso naturale e idoneo all’attuale governo cittadino sarebbe stato quello di coinvolgere le associazioni che avevano già conosciuto la non ottimale applicazione precedente o, scelto di stilare e votare un Regolamento in autonomia, almeno ascoltare quanti a ottobre 2020 in pubblica assemblea avevano fatto proposte migliorative. Invece si è volutamente intrapreso un processo burocratico, a tratti burrascoso, che inevitabilmente si è dovuto arrestare. In occasione di una recente direttiva dell’assessora con delega alla partecipazione, Marcella Natale, si è prorogata la convocazione per l’istituzione delle Consulte proprio per consentire finalmente le modifiche richieste. Ci auguriamo che questa amministrazione, dopo ben due anni, comprenda che ciò che dovrebbe essere non una battaglia politica, ma un processo culturale, deve essere portato avanti da tutti, senza operazioni di forza, perché è un bene che riguarda la cittadinanza e non le amministrazioni di volta in volta presenti. Attendiamo, quindi, la fatidica convocazione delle associazioni da parte delle Commissioni consiliari, richiesta mesi addietro e non ancora calendarizzata, affinché si apra un sereno e proficuo confronto. Il primo vero passo, cioè, verso una partecipazione di fatto».

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *