19 Giugno 2024
Attori e comparse

La Sicilia diventa “Mammuzza” al Teatro Margherita di Caltanissetta

Un momento dello spettacolo (foto inviata dall’Ufficio stampa del Teatro Margherita)
Nell’immaginario collettivo, la Sicilia donna e madre è metafora culturale abbastanza diffusa. Un’isola che diventa la “mammuzza” non soltanto nelle sue forme esteriori ma nelle radici più profonde del suo essere. “Mammuzza… fimmini di Sicilia” è appunto il titolo del viaggio di musica e parole che andrà in scena alle 21.00 di venerdì 5 aprile (domani) al Teatro Margherita di Caltanissetta. Un concerto di voci, suoni, versi e memorie di Ernesto Cerrito e Antonello Capodici, che ne firma anche la regia. Ad interpretare brani siciliani celebri e non, saranno le voci soliste di Deborah Di Pietra e Alessandro Pistone coadiuvate dai musicisti Eugenio Cardillo (pianoforte); Fabrizio Angotti e Simone Fiaccabrino (chitarra); Peppe Morreale (contrabasso) ed Ernesto Cerrito (batteria). Il repertorio eseguito spazierà dagli inni alla libertà ai canti di rabbia e ribellione, fino alle indimenticabili ballate proposte in chiave moderna, con un arrangiamento mirato ad esaltarne la duttilità e lo spirito senza tempo. All’interno dello spettacolo, Antonello Capodici e Valentina Botta reciteranno i versi di celeberrimi poeti e scrittori dell’isola, come Ignazio Buttitta, Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia.
“Mammuzza… fimmini di Sicilia” fa parte della stagione “Dialoghi. Un palcoscenico eclettico” organizzata dal Comune di Caltanissetta. Per maggiori informazioni è possibile contattare i numeri telefonici 0934 547034 e 379 1671142.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *