27 Maggio 2024
Volta pagina

L’isola e il tempo, giallo di esordio di Claudia Lanteri

Fra qualche minuto (alle 18.30), ai Cantieri culturali della Zisa (Palermo), Claudia Lanteri presenterà il suo libro edito da Einaudi nella collana Unici e da oggi nelle librerie. Durante la presentazione, dialogheranno con l’autrice la giornalista Carla Falzone e la scrittrice Aurora Tamigio.
Claudia è stata studente del Liceo classico “Ruggero Settimo” e in tante e tanti la conosciamo per l’impegno culturale e politico in città. Oggi vive a Palermo e lavora in una libreria, coltivando l’interesse per la critica letteraria, il teatro e il cinema. In passato Claudia ha pubblicato racconti su diverse riviste, come “Snaporaz”, “Malgrado le mosche” e “Micorrize”.
Il libro che segna il suo esordio nel panorama letterario nazionale si intitola “L’isola e il tempo” ed è un giallo ambientato in un’isola a sud della Sicilia, alle soglie degli anni Sessanta. Un giallo dalla struttura insolita e dal ritmo serrato, come si legge nella scheda curata dalla stessa casa editrice, che racconta la chiave di un mistero che è prima di tutto nell’animo del protagonista. L’arrivo di un barchino con a bordo due persone, una viva e l’altra morta, spezza la quotidianità di un luogo dove pochi abitanti si conoscono da sempre e vivono piegati dalla fatica per la sussistenza. Sullo sfondo, una vita modesta fatta di pesca e magre coltivazioni, e luoghi come la caserma o il piccolo porto, che ne scandiscono tempo e senso.
Si può dire che Claudia rappresenti a pieno titolo quella generazione scolarizzata e brillante spesso costretta ad abbandonare Caltanissetta per approdare in luoghi dove il talento sia riconosciuto. Una presentazione del libro in città potrebbe costituire l’ennesima occasione per riflettere su questo esodo?

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *