23 Giugno 2024
Buona idea

Palermo: nuovo appuntamento per il cessate il fuoco su Gaza

Immagine tratta dalla pagina Facebook “Insieme per il cessate il fuoco permanente. Global day of action for Gaza.
Un nuovo appuntamento per il cessate il fuoco si terrà alle 16.30 di sabato 13 gennaio a Palermo, organizzato da Arci, Al-Quds, Voci nel silenzio, Ciss Ong, Mediterranea Saving Human e Forum Antirazzista, e dai singoli Antonia Cascio e Davide Schirò.
Condivisa da oltre una settantina di associazioni, movimenti, gruppi e persone, la manifestazione si svolgerà da piazza Bellini al Teatro Massimo per chiedere un cessate il fuoco permanente su Gaza.
Nella pagina Facebook di promozione dell’evento, si legge: «Chiediamo la fine definitiva del massacro a Gaza e delle aggressioni in Cisgiordania, la liberazione di tutti gli ostaggi e il rilascio degli oltre mille palestinesi trattenuti in detenzione amministrativa in Israele, tra cui centinaia di minori.
Chiediamo l’apertura dei valichi e che possano entrare nella Striscia di Gaza, non solo da Rafah, aiuti essenziali e salvavita, compresi carburante, cibo, acqua, équipes e cure mediche, con la garanzia dell’accesso in sicurezza del personale umanitario a Gaza.
Ma soprattutto rivendichiamo l’autodeterminazione del popolo palestinese e chiediamo che Israele ponga fine all’assedio totale della Striscia di Gaza, alla punizione collettiva inflitta alla popolazione e all’occupazione militare dei territori palestinesi, nel rispetto delle risoluzioni delle Nazioni Unite e della legalità internazionale.
È necessaria una soluzione politica a partire dalla fine del regime di apartheid e delle politiche di colonizzazione e di occupazione militare israeliane.
Non potrà mai esserci sicurezza – per i palestinesi, per gli israeliani, per nessuno di noi – senza uguaglianza, diritti e libertà».
Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina Facebook “Insieme per il cessate il fuoco permanente. Global day of action for Gaza.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *