Rendere pubblici i verbali del debito ATO. Nota del Polo Civico Cives 3.0

(Foto tratta da internet)

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Polo Civico sulla vicenda del debito ATO:

«Gli interventi di Caltanissetta Protagonista e del M5S, finalmente, rompono quell’imbarazzante silenzio che le forze politiche avevano eretto intorno alla oscura e preoccupante vicenda del debito Ato, che il Polo Civico ha più volte segnalato da più di un anno, non ricevendo mai alcuna risposta pubblica da parte del Sindaco.

Erano, infatti, risultate gravissime le dichiarazioni di Caltanissetta Protagonista che affermavano che il Sindaco Roberto Gambino si sarebbe rifiutato di desecretare e portare a conoscenza della VII commissione la Due Diligence prodotta dal Prof. Stagno d’Alcontres sul debito plurimilionario, affermando che non avrebbe reso nota alla città la relazione tecnico legale del prof. Stagno d’Alcontres,” perché conterrebbe elementi che andrebbero in contrasto con quanto da lui deliberato in assemblea dell’Ato. La risposta del M5S ha invece affermato che quanto dichiarato da Caltanissetta Protagonista era assolutamente falso.

Ci chiediamo, allora, perché continuare a tenere segreta la relazione del prof. Stagno d’Alcontres, pagata con i soldi dei cittadini? Perché non si rendono pubblici i verbali dei tavoli tecnici con la certificazione del debito? Perché non si comunica al Consiglio Comunale ed alla Città su quali supporti giuridici e finanziari il Sindaco Gambino ha deciso di approvare i bilanci ed accollare alla Città un debito plurimilionario? Ringraziamo comunque la VII commissione per questo importante passaggio fatto a tutela della Città.

Non ci meraviglia più vedere il Sindaco Gambino ed il M5S arrampicarsi sugli specchi su questa vicenda Ato, avendo completamente smarrito quella vocazione alla trasparenza che li avrebbe obbligati a rendere pubblici tutti gli atti relativi a questa vicenda, soprattutto dopo l’approvazione dei bilanci dal 2013 al 2018. Il voler tenere nascosta la due diligence sembrerebbe dare ragione a Caltanissetta Protagonista che, giustamente, teme che possa contenere informazioni che renderebbero illegittima l’approvazione dei bilanci fatta da Gambino e che gli altri Sindaci dell’Ato hanno prima bocciato e poi impugnato.

Siamo certi che il Sindaco Gambino non risponderà anche questa volta, arroccato dentro il Palazzo con i suoi seguaci. Speriamo che altre autorità potranno intervenire per impedire che la Città paghi un conto che sembrerebbe non appartenergli».

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *