Sebastiano Misuraca, socio onorario di Italia Nostra!

Foto inviate dal presidente di Italia Nostra Sicilia, Leandro Janni.

«Nell’ambito delle iniziative del 65° anniversario della nascita dell’associazione, Italia Nostra conferirà la tessera di “socio onorario” al signor Sebastiano Misuraca, insieme a una lettera di congratulazioni firmata dallo scrivente e dalla Presidenza nazionale». Lo ha dichiarato il presidente di Italia Nostra Sicilia, Leandro Janni, a proposito dell’impegno dimostrato dall’ex imprenditore agricolo Sebastiano Misuraca nel prendersi cura del Castello di Mussomeli, una delle più importanti e suggestive fortificazioni della Sicilia.

«Noto anche come Castello manfredonico» – ha sottolineato Janni in un comunicato stampa – «è una fortezza eretta tra il XIV e XV secolo, che si trova su una specialissima rupe, a circa due chilometri dalla città di Mussomeli. Il castello fu edificato tra il 1364 e il 1367 da Manfredi III Chiaramonte, conte di Modica, mentre l’aspetto attuale del fortilizio di deve soprattutto all’intervento realizzato dai Castellar, signori di Mussomeli, all’inizio del XV secolo».

Con il decreto assessoriale del 4 gennaio 2008, all’area circostante al Castello venne apposto il vincolo paesaggistico, proposto dalla Commissione Provinciale per la tutela delle Bellezze Naturali e Panoramiche. Ma a fare abbattere e rimuovere le strutture edilizie di una villetta scriteriatamente costruita ai piedi del Castello è stato il signor Misuraca, che ha comperato gli oltre tremila metri quadri di terra adiacente al maniero e, ottenute le autorizzazioni necessarie, ha immediatamente fatto demolire il caseggiato. Adesso, Sebastiano Misuraca, «in quella sua lingua di terra finalmente ripulita, pianterà verdi alberi di ulivo». Un gesto che ha dedicato ai suoi cinque nipoti ma che si rivela soprattutto un atto d’amore nei confronti della nostra terra.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *