Sinergia tra Etnos e Fidas: un gelato per donare il sangue

La locandina che pubblicizza la nuova sinergia tra Etnos e Fidas

«A donare sangue c’è più gusto» è lo slogan della collaborazione tra l’associazione Fidas di Caltanissetta e la cooperativa sociale Etnos. Si tratta di una sinergia nata per raggiungere obiettivi importanti: aumentare le donazioni, favorire il ricambio generazionale e arrivare a soddisfare il 100% del fabbisogno di sangue all’ospedale Sant’Elia.

La modalità è molto semplice: chi si reca presso la sede Fidas-Adas di Caltanissetta, in Viale della Regione 68, aperta ogni giorno dalle 8.00 alle 11.30, riceve un buono valido per una degustazione gratuita di un gelato di Equo Cream, la gelateria ubicata al civico 3 di via Michele Amari che rappresenta uno degli ultimi progetti solidali della cooperativa sociale Etnos. I buoni di degustazione gratuita saranno distribuiti anche dalla gelateria Equo Cream, che inviterà così i suoi clienti a donare il sangue.

Si tratta di una sinergia fra due realtà che operano da tempo nel nostro territorio: secondo il comunicato pervenuto in redazione, la Fidas di Caltanissetta vanta quarantasei anni di attività, una raccolta di oltre cinquemila sacche di sangue l’anno e il soddisfacimento di circa il 70% del fabbisogno annuo dell’ospedale Sant’Elia.

Equo Cream della Etnos è invece una gelateria che unisce l’attenzione alle abilità dei diversamente abili con la valorizzazione dei prodotti del territorio del centro Sicilia. L’accordo è stato siglato dal presidente della Fidas Carmelo Giardina e dal presidente di Etnos, Fabio Ruvolo.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *