Caltanissetta, città “lenta” che vuole reagire! La parola a Lorenzo Ciulla, artista eclettico che ripropone le tradizioni siciliane

Lorenzo Ciulla

L’arte e la cultura possono contribuire al rilancio della città e in che misura? Pensi a eventi particolari, a iniziative che ritieni realizzabili? Questa volta abbiamo posto le nostre domande a Lorenzo Ciulla, artista eclettico, creativo, tra i protagonisti delle edizioni di “Piazzacolori”, evento artistico ideato anche per abbellire, colorare e frequentare il centro storico di Caltanissetta. Lorenzo dipinge quadri, realizza magliette, organizza eventi ed è arrivato pure a Londra, metropoli che accoglie gli italiani che hanno personalità e voglia di fare. Anche sulla base degli interventi che abbiamo ospitato in questa rubrica, gli abbiamo chiesto se vi sia un modo più moderno per fare arte in città e ci ha risposto così:

«Vorrei cominciare citando uno dei miei maestri preferiti, Pablo Picasso: “l’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni”. E’ in questa frase che si racchiuderanno le risposte che darò alle tue domande riguardanti Caltanissetta, la cultura e una visione contemporanea della stessa in rapporto a una città lenta ma desiderosa di reagire. La lentezza di un luogo, termine che mi preme precisare non sempre soggetto ad una sensazione negativa, è associata alla sporcizia dell’anima che altro non è che pigrizia di tutte quelle persone che per anni si sono dimenticate di ciò che di più di bello, in rapporto al posto che vivevano o vivono tuttora, li rendeva vivi e attivi.

Foto tratte da Facebook

Lenta è la cultura dei salotti. Lento è l’approccio degli intellettuali di questi salotti che difficilmente hanno la pazienza o la voglia di confrontarsi con un popolo che ha bisogno di essere istruito alla curiosità. La curiosità del sapere. Non bisogna tenersi tutto per sè. Non bisogna limitarsi a conoscere solo ciò che i libri donano ma è anche importante immergersi fra la gente e le storie che le strade di ogni quartiere sanno raccontare. Un po’ come le persone, non credo che esistano città uguali, in quanto ognuna ha una propria personalità. Pensando a Caltanissetta mi chiedo se abbia una personalità e quale possa essere ma difficilmente trovo una risposta, o quantomeno un’unica risposta. Ho realizzato negli anni diverse manifestazioni con la mia associazione ma solo oggi, a distanza di tempo, visioni ed esperienze accumulate, mi pongo nuove domande. Lorenzo, quale strada vuoi far percorrere a nuove iniziative, come vedi la città e quale obiettivo vuoi raggiungere da qui a dieci anni? Sembrerebbe banale ma molte volte, a causa della scarsa consapevolezza, non riusciamo, nonostante l’amore, a creare un linguaggio urbano comprensibile a tutti e che sviluppi un’identità comune. E’ essenziale quindi che le persone non si vergognino ad esternare la propria cultura, il proprio sapere e le proprie origini e tradizioni, per fare questo serve amore, umiltà e appartenenza. Sono favorevole al rapporto con l’antico in quanto, sia da siciliano che da artista, resto unito a miti e leggende che stimolano l’immaginazione. Chi scava nel passato saprà leggere il presente, ecco perchè non riconosco importanza all’età di una persona ma ascolto quello che ha da dire in rapporto al presente. Caltanissetta ha bisogno quindi di riscoprire l’antico in una versione contemporanea ma tutto ciò potrà accadere solo grazie alla cultura come integrazione con altre etnie e scambio fra gli stessi cittadini che prendano seriamente l’arte e gli artisti come guida per rendere l’invisibile a occhi poco allenati alla bellezza, visibile. Buona fortuna, mia adorata Qal’at an-nisa».

Lorenzo parla di cultura dei salotti, conoscenza dei libri e allora sorge spontanea una domanda: com’è cambiata Caltanissetta, esistono ancora i salotti e gli intellettuali in città e quanto leggono i nisseni?

 

70-465 Dumps PDF However, the Online Sale strength of the two sides is disparity, Hong Lie is still able to suppress Online Certification Exams opponents. Liu 600-455 Test Engine Che is exam questions pdf very good reminds Xia Fanchen MA0-100 certification dumps that his body 200-601 Online exam is constantly approaching his opponent Xia Fanchen looked back and his back was indeed an abyss As long as he retreats again. Because Xia Fanchen knows that such a collision battle is very popular for the eyecatching fire Longterm collisions have made the eyes more and more excited. If they have been practicing Exam Test Questions in a large array, they will be able to achieve a balanced development. He doesnt know what to do now, he only fights with all his strength. However, now, it is a good exercise for Zhu Fu The master is relieved, I will not let you down Zhu Fu was also excited By now, he is very clear that he must perform well. If they can, they really dont want Xia Fanchen to kill Dumps Pro Suning. All the founders slowly nodded, they are very clear, Liu Ches body does have a magic species. However, at this time, Xia Fanchens face became extraordinarily dignified. It is a pity that no matter Online Training how they retreat, they face death.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare il direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com
Ogni commento agli articoli sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato.
Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'intero lavoro della Redazione.
Per segnalazioni e refusi potete rivolgervi al direttore di questa testata all'indirizzo email: marcellageraci@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *