13 Aprile 2024
Citta' visibili

Domenica delle Palme: dal Presidio delle donne un pensiero per la pace

Nella foto il documento delle donne per la pace
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa firmato da Loredana Rosa (Governo di Lei), a proposito del Presidio delle donne per la pace, che oggi, a Caltanissetta, non si è svolto in piazza:

«Come specificato nel volantino che come sempre condividiamo con il Presidio di Palermo, questa scelta è stata dettata dalla coincidenza della data con la Domenica delle Palme, ricorrenza liturgica della Chiesa cattolica molto sentita dai/dalle fedeli e che riveste particolare importanza per Caltanissetta che ha una antica tradizione legata alla celebrazione dei riti pasquali. Il volantino politico di questo 24 marzo focalizza la sua attenzione sulla “propaganda” militarista che si sta introducendo nelle scuole, che sotto l’apparente buona intenzione di avvicinare l’esercito a giovani e giovanissimi promuove la cultura delle armi, delle gerarchie militari, del dualismo amico-nemico come categoria politica eticamente compatibile con l’essere abitanti del mondo. Dal volantino: Come donne infatti sappiamo bene che il militarismo proietta sul nostro pianeta e sulle nostre vite un’enorme ombra che non riguarda solo la guerra, i danni ambientali causati dalle industrie e dalle azioni militari, la povertà esacerbata dalle ingenti spese militari, la (in)cultura militarista infatti è profondamente legata alle strutture patriarcali che contribuisce a sostenere ed alimentare in quanto sistema basato su rapporti di potere e di controllo. Per questo riteniamo essenziale – e più che mai per le giovani generazioni nella scuola e nelle università – un percorso di smilitarizzazione delle menti che passi anche attraverso il linguaggio. Perfino le espressioni verbali, infatti, contribuiscono a riprodurre, se non a determinare, prevaricazione e violenza, “creano” l’immagine del nemico, legittimando la guerra e il suo linguaggio come normalità: cogliere le metafore belliche (spesso accompagnate nel linguaggio bellico da metafore di carattere sessuale) e cercarne di alternative è tra le cose da insegnare/imparare. Le celebrazioni della Domenica delle Palme, simboleggiano con la presenza dei ramoscelli di ulivo la vocazione alla pace della religione cristiana, affermata con grande forza e determinazione dal capo spirituale della Chiesa cattolica Papa Francesco, perciò confidiamo nella capacità di questa liturgia religiosa di suscitare sentimenti di pace e conseguenti azioni di pace in tutto il mondo e per tutte le persone del mondo. Il Presidio donne per la pace il 24 marzo non sarà in piazza ma sarà nelle menti e nei cuori di tuttә».

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *